Il sito utilizza cookies propri e di terze parti. Utilizziamo i cookie per migliorare la navigazione sul sito.

Opportunità per disoccupati con il Progetto RIZOMI

percorsi disoccupati bellunoIl Progetto “RIZOMI: PRATICHE GENERATIVE PER IL LAVORO” è stato presentato sull’ avviso pubblico - approvato con Deliberazione della Giunta regionale del Veneto n. 985 del 06/07/2018 - per la realizzazione di Azioni Integrate di Coesione Territoriale (AICT) per l’inserimento e reinserimento di soggetti svantaggiati – Anno 2018, a valere sul P.O.R. 2014-2020 –Attività Finanziate dal Fondo Sociale Europeo. Il progetto è in attesa di valutazione da parte della Direzione Lavoro della Regione Veneto.

 

 

 

 DESTINATARI DEL PROGETTO

Il Progetto prevede il coinvolgimento di 124 beneficiari individuati tra le persone disoccupate, beneficiarie e non di prestazioni di sostegno al reddito, che presentano almeno una di queste condizioni:

  • essere disoccupate da almeno 6 mesi;
  • non avere un impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi;
  • avere svantaggio ai sensi dell’articolo 4 comma 1 L. 381/91 e s.m.;
  • essere iscritte al collocamento mirato (Legge 68/99);
  • essere appartenenti a famiglie senza reddito + isee < ai 20.000€;
  • essere appartenenti a famiglie monoreddito o monoparentali (presenza di un solo genitore) con figli a carico + isee redditi anno 2016 < 20.000€.

Verrà data priorità a:

  • Persone che hanno superato i 50 anni di età
  • Persone con disoccupazione di lungo durata (disoccupazione superiore ai 12 mesi)
  • Persone appartenenti a nuclei familiari percettori di REI e che hanno definito con il CPI l’apposito Patto di Servizio Personalizzato.

MODALITA’ PER CANDIDARSI

Per candidarsi ed entrare in graduatoria di selezione vanno presentati i seguenti documenti:

• certificazione status di disoccupazione o DID
• isee standard o ordinario in corso di validità
• documentazione proveniente dalla pubblica amministrazione attestante lo stato di svantaggio (articolo 4 comma 1 legge 381 e s.m.)
• per i nuclei familiari percettori di REI la certificazione rilasciata dal Comune o Sportello delegato di riferimento che attesti l’avvenuta sottoscrizione del Progetto Personalizzato e del Patto di Servizio con il CPI
• curriculum vitae aggiornato (o facsimile)
• copia documento di identità
• compilazione del modulo di candidatura

Le persone interessate a partecipare al progetto dovranno presentare la propria candidatura completa della documentazione sopra elencata consegnandola a uno dei Centri per L’impiego della Provincia di Belluno.
L’informativa e il modulo di candidatura sono scaricabili dal sito internet dell’ente promotore www.metalogos.it, reperibili presso i Centri per l’impiego della Provincia di Belluno
La mancata consegna del modello di candidatura e il mancato completamento della documentazione sopra riportata determina l’esclusione dalle graduatorie di selezione.

I PERCORSI PREVISTI

In questo progetto ogni percorso prevede obbligatoriamente:
- 2 ore di sottoscrizione PPA per formalizzare l’iscrizione (non retribuite)
- Frequenza di 1 corso formativo o frequenza di 1 corso formativo con successivo percorso di tirocinio.
-
Non sarà possibile frequentare una sola delle attività ma obbligatoriamente un intero percorso come sopra dettagliato.

L’INDENNITA’ DI PARTECIPAZIONE PER I PERCORSI FORMATIVI (CORSO) VERRA’ EROGATA SOLO PREVIA PARTECIPAZIONE ALLA PERCENTUALE MINIMA DEL 70% MONTE ORE CORSO. E COMUNQUE SULLA BASE DELLE ORE FREQUENTATE RISULTANTI DA REGISTRO (DGR 985/18 allegato B Direttiva) L’indennità di partecipazione è pari a € 3/ora per partecipante o € 6/ora nel caso di isee < ai 20.000€. L’erogazione avverrà dopo il superamento della soglia minima di frequenza. LE BORSE TIROCINIO POTRANNO ESSERE EROGATE SOLAMENTE PER COLORO CHE FREQUENTERANNO PER ALMENO IL 70% IL MONTE ORE DI TIROCINIO PREVISTO (DGR 985/18 allegato B Direttiva). La borsa di tirocinio è pari a € 600 lordi/mensili. L’erogazione avverrà dopo il superamento della soglia minima di frequenza e a conclusione del corso. Le indennita’ di partecipazione e borse di tirocinio non potranno essere erogate per coloro che percepiscono altre forme di sostegno al reddito (Aspi, mini aspi, naspi, asdi ecc..)

Le opportunità per disoccupati a Belluno proposte dal Centro Consorzi sono:

Due sono le opportunità per disoccupati a Belluno proposte dal Centro Consorzi:

  1. ADDETTO ALLA PRODUZIONE NELLE AZIENDE MANIFATTURIERE – 6 partecipanti 80 ore zona Sedico. SEGUE TIROCINIO DI 2 MESI
  2. FAB LAB: L’OFFICINA DELLE IDEE – 6 partecipanti 80 ore zona Sedico. SEGUE TIROCINIO DI 2 MESI

NB: il progetto prevede molti altri percorsi promossi dagli enti partner. Scarica gli allegati e scoprili. 

 

PER INFORMAZIONI SUL PROGETTO RIVOLGERSI AI CENTRI PER L'IMPIEGO: Centro per l'Impiego di Agordo : tel. 0437 62047 – mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Centro per l'Impiego di Belluno : tel. 0437 943655 - mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Centro per l'Impiego di Feltre : tel. 0439 302698 - mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | Centro per l'Impiego di Pieve di Cadore : tel. 0435 519967 - mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">

 

Ulteriori Informazioni

Scarica la locadnina del progetto RIZOMI

 

Centro Consorzi propone i corsi finanziati con l'assegno per il lavoro

assegno lavoro bellunoNon perdere l'occasione, il Centro Consorzi propone i corsi finanziati con l'assegno per il lavoro. Una vasta gamma di corsi di formazione per acquisire nuove competenze. 

L’Assegno per il Lavoro è lo strumento di finanziamento messo a disposizione dalla Regione del Veneto per supportare i disoccupati con età sopra i 30 anni attraverso un bonus economico da investire in:

  1. Servizi gratuiti di orientamento;
  2. Formazione.

L’Assegno per il Lavoro può essere richiesto da disoccupati con età superiore ai 30 anni, residenti o domiciliati in Veneto, beneficiari e non di prestazioni di sostegno al reddito (Naspi) e indipendentemente dall'anzianità della disoccupazione.

Per richiedere l’Assegno è possibile recarsi presso il Centro per l’Impiego del proprio territorio o registrarsi al portale ClicLavoro Veneto e utilizzare il servizio Cerca Corso attraverso il quale è possibile identificare il corso di interesse. Inoltre al link Centro per l'Impiego Online alla voce "Domanda Assegno per il Lavoro", è inoltre possibile indicare la propria preferenza in merito all'ente presso cui fruire dei servizi previsti. L’interessato dovrà comunque recarsi al Centro per l’Impiego per perfezionare la propria richiesta, verificare la sussistenza dei requisiti e confermare o meno la preferenza espressa in fase di adesione al Programma.

Il Centro Consorzi propone i seguenti corsi di formazione GRATUITI perché coperti dall’AXL Assegno per il lavoro:

  1. CORSI A CATALOGO Assegno per il lavoro, area: amministrazione
  2. CORSI A CATALOGO Assegno per il lavoro, area: aziendale
  3. CORSI A CATALOGO Assegno per il lavoro, area: marketing e web, vendita
  4. CORSI A CATALOGO Assegno per il lavoro, area: informatica, computer
  5. CORSI ABILITAZIONI USO ATTREZATURE, area: aziendale, patentini

CATALOGO CORSI CENTRO CONSORZI

CORSI A CATALOGO Assegno per il lavoro, area: amministrazione

CONTABILITA' BASE
IL BILANCIO AZIENDALE
I CREDITI COMMERCIALI

 CORSI A CATALOGO Assegno per il lavoro, area: aziendale
CORSO SEGRETARIA D'AZIENDA
GESTIONE DEL MAGAZZINO
LEAN ORGANIZATION: OTTIMIZZARE L’ORGANIZZAZIONE E RIDURRE GLI SPRECHI
ADDETTO ALL'ASSEMBLAGGIO ELETTRONICO

 CORSI A CATALOGO Assegno per il lavoro, area: marketing e web, vendita
CERCARE LAVORO CON I SOCIAL NETWORK
MARKETING: “Market driven management"
WEB MARKETING
STRATEGIE DI VENDITA
INFLUENZATORI: COME DARE IL TURBO ALLA TUA IMPRESA
SEO POSIZIONAMENTO SUI MOTORI DI RICERCA

 CORSI A CATALOGO Assegno per il lavoro, area: informatica, computer
CORSO BASE USO COMPUTER
CORSO DI AUTOCAD BASE 2D
PROGETTISTA CAD 3D
CORSO BASE PER IMPARARE AD USARE INTERNET

CORSI ABILITAZIONI USO ATTREZATURE, area: aziendale, patentini
PIATTAFORME DI LAVORO ELEVABILI CON STABILIZZATORI
CARRELLI ELEVATORI SEMOVENTI CON CONDUCENTE A BORDO
PIATTAFORME DI LAVORO ELEVABILI CON E SENZA STABILIZZATORI
PIATTAFORME DI LAVORO ELEVABILI SENZA STABILIZZATORI
ATTREZZATURE GRU PER AUTOCARRO
ATTREZZATURE GRU A TORRE SIA A ROTAZIONE IN ALTO CHE A ROTAZIONE IN BASSO
ATTREZZATURE PIATTAFORME DI LAVORO ELEVABILI SENZA STABILIZZATORI
ATTREZZATURE ESCAVATORI, PALE E TERNE
ATTREZZATURE ESCAVATORI
ATTREZZATURE PALE CARICATRICI FRONTALI

Scopri tutti i corsi su CLACKLAVORO VENETO - Centro Consorzi

 

Ulteriori informazioni
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | Tel. 0437851311

Avviso per l’assegnazione di numero 1 borsa di ricerca a Belluno

ricercaPROT. N. 114 del 04/10/2018 | Avviso per l’assegnazione di numero 1 borsa di ricerca | Da parte di CISET-Centro Internazionale di Studio e ricerche sull’Economia Turistica. TEMA DELLE RICERCA: “P.I.A.V.E. Paesaggio, Identità, Accoglienza, Viaggio, Esperienza. Sviluppo di proposte turistiche esperienziali slow lungo “La Piave”: dalle Dolomiti al litorale veneto passando per la Valbelluna e l’Alta Marca”

Premessa

Visto il DGR n. 2075 del 14/2/2017 e precedente Dgr. N. 1220 del 01/08/2017 A.S.S.I. - Azioni di Sistema per lo Sviluppo di un’offerta turistica regionale Integrata, allegato B, pag. 26 e pag.27 circa la possibilità di disporre di borse di ricerca;

visto  il Decreto n.  118 del 2 marzo 2018 della  Sezione Formazione – Dipartimento Formazione, Istruzione e Lavoro che approva e finanzia il progetto “ P.I.A.V.E. Paesaggio, Identità, Accoglienza, Viaggio, Esperienza. Turismo Slow lungo la via del Piave” presentato da CENTRO CONSORZI nell’ambito del quale  CISET  -Centro Internazionale di  studi e ricerche sull'economia  turistica è  partner operativo  come  da Accordo di partenariato siglato all’avvio del progetto  sul bando Dgr. N. 1220 del 01/08/2017 A.S.S.I. - Azioni di Sistema per lo Sviluppo di un’offerta turistica regionale Integrata nell’ambito del  POR 2014-2020- Ob. Investimenti a favore della crescita e dell'occupazione Asse I  –  Occupabilità per un finanziamento pari a € 248.740,00.

Vista la  sottoscrizione dell’Atto di  adesione da  parte di  CENTRO CONSORZI che regola i rapporti  con  la  Regione  del  Veneto  per  la  realizzazione  e  il  finanziamento  del  progetto stesso,  il CISET -in qualità di partner operativo di progetto e Ente di ricerca- attiva n. 1 (una) borsa di  ricerca  e  invita  a  sottoporre  candidature per  l’assegnazione  della  borsa  stessa  dal  titolo “Sviluppo  di  proposte  turistiche  esperienziali  slow  lungo  “La  Piave”:  dalle  Dolomiti  al  litorale  veneto passando per la Valbelluna e l’Alta Marca” della durata di mesi 12 (dodici) per un totale complessivo di 1920 ore.

Attività di ricerca previste

L'intervento prevede l'impiego di una/un borsista in attività di ricerca, realizzata presso l’area del bellunese, nello specifico presso la sede della DMO Belluno Dolomiti-partner di rete del progetto, c/o la sede dell’Amministrazione della Provincia di Belluno  a stretto contatto con il Direttore della DMO, dott. Giuliano   Vantaggi, e   le imprese partner di progetto e  sarà guidata dal partner universitario CISET.  La  risorsa  sarà dedicata  nello  specifico  allo  sviluppo  dei  seguenti temi di analisi:

analisi della domanda turistica dei territori di riferimento del progetto e individuazione di target di turisti potenzialmente interessati a prodotti esperienziali sul tema del turismo paesaggistico, naturalistico e slow;

analisi  delle  principali  possibili  attrazioni  accumunate  dal  legame  con  il  fiume  Piave:

ecosistemi e paesaggi tipici di ciascuna area plasmati dal corso del fiume, produzioni artigiane e enogastronomiche e mestieri tipici, tradizioni, episodi storici avvenuti lungo il Piave e delle più significative progettualità già esistenti nei territori di riferimento (itinerari, progetti di valorizzazione delle specificità locali, ad esempio dell’artigianato tipico dei contesti montani, dell’enogastronomia legata alla pesca e all’orticoltura, di antichi mestieri, ecc.), a partire dal progetto della pista ciclabile La Piave e coerentemente con il turismo paesaggistico e esperienziale e con i target di domanda individuati;

sviluppo di proposte turistiche per l’integrazione e la “messa a valore e a sistema” delle

attrazioni e delle progettualità di cui sopra, anche attraverso la combinazione di diverse mobilità slow e sostenibili (in bicicletta, a piedi, a cavallo, in canoa);

analisi e valutazione di strumenti con cui veicolare e promuovere le proposte di cui sopra, anche favorendo la valorizzazione di luoghi ancora poco conosciuti, collegandoli sia in termini di “mobilita” che di “offerta esperienziale” alle destinazioni turistiche più note.

Obblighi del borsista

Il percorso di ricerca prevede il confronto diretto e il coordinamento delle attività con la DMO Belluno Dolomiti e  i partner di progetto, i referenti delle imprese partner, associazioni di categoria e altri soggetti che possono contribuire allo sviluppo delle tematiche oggetto della ricerca. Come indicato in Dgr. n. 1220 del 01/08/2017 a pag. 26 per garantire la sinergia delle attività di ricerca  con  le  aziende  oggetto  di  studio,  il  ricercatore  dovrà  garantire  la  sua  permanenza all’interno di una delle aziende partner di progetto, selezionata sulla base del tipo di business sviluppato e in linea con gli obiettivi della borsa di ricerca per una durata di tempo congrua al raggiungimento degli obiettivi di ricerca. E’ compito del borsista in raccordo e con la supervisione di CISET alimentare l’apposito database predisposto dalla Regione del Veneto, dedicato alla raccolta di documenti e materiali di lavoro e dei rapporti parziali e definitivi delle attività di ricerca realizzata. Inoltre, sarà compito del borsista produrre, al termine del percorso di ricerca, due videoclip di durata diversa che riassumano obiettivi, contenuti e risultati della ricerca stessa:

- un video, ad uso promozionale, di durata pari a 30 secondi;

- un video di durata pari a 3 minuti, in digitale e in formato 16:9 e deve contenere i loghi istituzionali del FSE nel Veneto.

 Copie dei video dovranno essere archiviate nel suddetto database regionale. Una dichiarazione liberatoria da parte del borsista permetterà alla Direzione Formazione e Istruzione della Regione di utilizzare i filmati in contesti ritenuti di utilità dalla Regione stessa.

Al termine dell’attività il borsista è tenuto a presentare alla direzione del CISET un report che contenga il risultato della ricerca svolta, la metodologia utilizzata, le fonti, ecc. e approvata da un ricercatore senior e/o project manager di CISET. Il report dovrà evidenziare i risultati conseguiti e dovrà essere accompagnato da un abstract di ricerca.

Durata del contratto: 12 (dodici) mesi, ovvero 160 ore al mese per un totale di 1920 ore di attività complessive, a partire dal 29/10/2018

Importo: l’importo complessivo è pari a Euro 24.000,00 (ventiquattromila), ovvero Euro 2.000,00 al mese per la durata del progetto

Scadenza per la presentazione delle candidature: 24/10/2018

Chi può partecipare:

Alla selezione possono partecipare i cittadini di stati membri dell’Unione Europea e cittadini extra comunitari in possesso, alla data di scadenza del presente bando, di laurea oltre che di un corso di specializzazione oppure Master e/o dottorato in materie attinenti l’Economia e la Gestione del Turismo. L’esclusione dal concorso per mancanza dei requisiti richiesti può avvenire in qualsiasi momento, anche successivamente allo svolgimento della selezione. Il provvedimento sarà giustificato e comunicato al candidato eventualmente escluso.

Come partecipare: i candidati devono presentare:

- il modulo di domanda allegato, debitamente compilato e firmato; il modulo è reperibile anche presso il sito www.unive.it/ciset alla pagina al link https://www.unive.it/pag/31215/ nella sezione FORMAZIONE E CONSULENZA PER ENTI E IMPRESE Progettualità "A.S.S.I.: Azioni di Sistema per lo Sviluppo di un'offerta turistica regionale Integrata" nella parte dedicata al progetto

-  CV  formato Europass, datato e firmato, recante dichiarazione  ai  sensi del DPR 445/2000 e l’autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi del d.lgs 96/2003

- la fotocopia di un valido documento di identità

- abstract della tesi di laurea e/o report del corso e/o tesi di Master o dottorato, pubblicazioni o altri materiali utili alla dimostrazione delle competenze relative ad attività di ricerca sui temi dell’economia e management delle imprese turistiche e dei territori e/o relativi agli specifici contenuti della borsa per cui il concorrente si candida, ad esempio temi relativi la digitalizzazione delle imprese turistiche

Come inviare la candidatura. Le candidature possono essere:

a)  consegnate di persona presso CISET – Villa Mocenigo, Riviera S. Pietro, 83 entro le ore

15.00 del giorno di scadenza del bando nei seguenti orari di apertura, dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 15.00

b)  Per  posta  tramite  raccomandata  con  avviso  di  ricevimento:  la  raccomandata  dovrà pervenire entro le ore 15.00 del giorno di scadenza del bando (fa fede la data di ricevimento, non quella di spedizione).

In entrambi i casi, sulla busta dovrà essere riportata la seguente dicitura: Progetto “ P.I.A.V.E.” Codice 152-1-2075-2017 Borsa “Sviluppo di proposte turistiche esperienziali slow lungo “La Piave”: dalle Dolomiti al litorale veneto passando per la Valbelluna e l’Alta Marca”

c)   (solo se anche il candidato è in possesso di casella di posta elettronica certificata) inviate tramite Posta Elettronica Certificata all’indirizzo  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , indicando nell’oggetto dell’e-mail la dicitura Progetto “ P.I.A.V.E.” Codice 152-1-2075-2017 Borsa “Sviluppo di proposte turistiche esperienziali slow lungo “La Piave”: dalle Dolomiti al litorale veneto passando per la Valbelluna e l’Alta Marca”

d)   inviate tramite posta elettronica all’indirizzo  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , indicando nell’oggetto dell’e- mail la dicitura Progetto “ P.I.A.V.E” Codice 152-1-2075-2017 Borsa “Sviluppo di proposte turistiche esperienziali slow lungo “La Piave”: dalle Dolomiti al litorale veneto passando per la Valbelluna e l’Alta Marca”. In questo caso il candidato si assume le responsabilità relative al mancato recapito della domanda e della relativa documentazione a causa dell’utilizzo di posta elettronica non certificata

N.B. CISET non assume responsabilità nel caso di mancato recapito o smarrimento di comunicazioni derivanti da inesatte indicazioni della residenza e del recapito e dei riferimenti di posta elettronica o da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento degli stessi o per disguidi postali, telegrafici o elettronici non imputabili a colpa del CISET stesso.

Procedure di selezione e modalità di valutazione

La selezione delle candidature viene effettuata in base a titoli, CV e documentazione allegata e ad un colloquio individuale volto a valutare motivazione, conoscenze e competenze dei candidati da una commissione esaminatrice nominata da CISET ai sensi delle proprie procedure interne. La commissione definisce criteri e punteggi di valutazione e, sulla base dei medesimi, stabilisce una graduatoria finale di merito ed individua il vincitore.

 Verranno privilegiate le candidature con esperienza nell’ambito dell’economia e del management del turismo e con pregresse esperienze professionali in enti/imprese turistiche su temi relativi l’implementazione di proposte esperienziali/slow

La data dei colloqui di selezione è fissata per il 25/10/2018

La sede di svolgimento delle selezioni è CISET, Villa Mocenigo, Riviera San Pietro 83 Oriago di Mira (VE).

In caso di rinuncia o cessazione anticipata, la borsa sarà assegnata al candidato successivo secondo l’ordine in graduatoria. Conferimento delle borse e pubblicità degli atti La direzione del CISET ricevuta comunicazione dei risultati delle selezioni, approva i verbali di selezione e ne rende pubblici i risultati. CISET trasmetterà al vincitore una comunicazione con la data di decorrenza della borsa. Il vincitore dovrà confermare per iscritto l’accettazione della borsa entro il termine che verrà comunicato da CISET pena la decadenza dell’assegnazione. Le procedure di selezione verranno attuate secondo criteri di trasparenza La graduatoria viene stabilita dalla commissione con giudizio insindacabile.

Comunicazione: comunicazioni   circa   il   bando   e   le   fasi   della   selezione   sono   assicurate   tramite   il   sito www.unive.it/ciset .

Incompatibilità

I borsisti sono tenuti ad assolvere gli impegni stabiliti nel contratto di assegnazione della borsa pena la decadenza della borsa. L’impegno richiesto al destinatario della borsa di ricerca prevede un contributo ad un’attività di ricerca di tipo specialistico e focalizzato su determinati e precisi obiettivi. Tale impegno deve essere svolto a tempo pieno ed essere compatibile ad altri incarichi occupazionali solo di carattere residuale. Il godimento della borsa non integra un rapporto di lavoro, non dà luogo né a trattamenti né a riconoscimenti automatici a fini previdenziali.

Ritiro documenti e pubblicazioni

I candidati potranno ritirare eventuali documentazione e pubblicazioni inviate in originale presso contattando la Segreteria CISET via email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., dopo due mesi dalla data della selezione, salvo eventuali contenziosi in atto. Oriago di Mira (VE), 04/10/2018.

Ulteriori Informazioni

Scarica il bando e a domanda per la richiesta di partecipazione

Come diventare insegnante e istruttore di scuola guida

Diventare insegnante e istruttore di scuola guida non è cosa semplice ma, cerchiamo di fare chiarezza. Nelle autoscuole le figure professionali sono due, ben distinte fra loro: l’insegnante di teoria, il cui compito è quello di spiegare le norme del codice della strada e l’istruttore che supporta i discenti per quanto riguarda la parte pratica. I corsi della durata di 145 ore per ottenere la qualifica di insegnante e di 120 ore per quella di istruttore, prevedono due incontri settimanali serali con obbligo di frequenza inoltre, a termine del corso, bisogna superare un esame di idoneità presso la sede della Provincia. I candidati dovranno studiare non poco per affrontare i test, notevolmente più difficili di quelli che normalmente si superano per conseguire la normale patente di guida. Inoltre, per chi volesse diventare istruttore, sono previste 3 prove pratiche. Ottenuta l’abilitazione, è poi possibile essere assunti preso un’autoscuola sia come dipendente che come libero professionista.

SCARICA IL VADEMECUM CON: programma, costi e modulo iscrizione

corso insegnante e istruttore scuola guida belluno

 

Corso insegnante di scuola guida

Il corso insegnante di scuola guida è il corso della durata di 145 ore presso Centro Consorzi

corso insegnante scuola guidaLavorare presso una autoscuola in qualità di insegnante di scuola guida è molto stimolante ed appassionante, specie quando arrivano i risultati, ossia le promozioni degli allievi. Per insegnante si intende colui che impartisce lezioni teoriche in aula agli allievi della scuola guida. Per diventare insegnante di scuola guida bisogna essere in possesso dei seguenti requisiti: diploma di maturità quinquennale e patente di categoria b.
Se si hanno tali requisiti si deve frequentare un corso di formazione iniziale di 145 ore propedeutico all'accesso per l'esame da insegnante di scuola guida che si svolge presso una delle sedi della Provincia. In caso di esito positivo viene rilasciato un attestato professionale.

 

  Requisiti iscrizione corso insegnante di scuola guida

  • Non inferiore ai 18 anni
  • Diploma maturità (percorso di 5 anni)
  • Non essere stato dichiarato delinquente abituale, professionale o per tendenza e non essere stato disposto a misure amministrative di sicurezza personale o alle misure di prevenzione previste dall.art. 120, c. 1, CDS
  • patente di guida B o speciale (la cui revoca comporta la decadenza dell'abilitazione)

 

Corso istruttore di scuola guida

Il corso istruttore di scuola guida è il corso della durata di 120 ore  presso Centro Consorzi.

corso istruttore scuola guidaPer lavorare in autoscuola in qualità di istruttore di scuola guida si devono possedere dei requisiti: patente di tutte le categorie, aver conseguito il diploma, almeno triennale. Coloro che posseggono tali requisiti devono frequentare un corso propedeutico per l'ammissione all'esame di abilitazione da istruttore che viene svolto presso le Province. L'attestato consente agli istruttori di poter lavorare presso l'autoscuola, secondo le regole vigenti e previo rilascio, da parte della Provincia del tesserino da istruttore di scuola guida. I corsi da istruttore di scuola guida consta di 80 ore di lezioni teoriche, più 40 ore di lezioni di pratica, di cui 8 ore sui motoveicoli, 8 ore su autovettura, e le restanti ore su mezzi pesanti

Requisiti iscrizione corso istruttore di scuola guida

  • Non inferiore ai 21 anni
  • Diploma maturità econdo grado, anche triennale
  • Non essere stato dichiarato delinquente abituale, professionale o per tendenza e non essere stato disposto a misure amministrative di sicurezza personale o alle misure di prevenzione previste dall.art. 120, c. 1, CDS
  • patente di guida A, B, CE e D (la cui revoca comporta la decadenza dell'abilitazione)

 

Programma dei corsi di scuola guida

Il programma dei corsi di scuola guida seguono la seguente durata:

  • Corso completo di insegnante: 145 ore
  • Estensione per diventare insegnante per chi è già istruttore: 145 ore

 

  • Corso completo di istruttore 80 ore lezione + 40 ore pratica
  • Estensione per diventare istruttore per chi è già insegnate 10 ore lezione + 40 ore pratica

 

Materie del corso di insegnante di scuola guida

Le materie del corso di insegnante di scuola guida sono le seguenti:

  • Elementi di diritto pubblico, amministrativo e comunitario (Stato, costituzione, fonti del diritto, organi legislativi, Governo, enti locali, organi comunitari, fonti del diritto comunitario): 8 ore
  • Elementi di diritto penale (reato, dolo, colpa, reati contro la Pubblica Amministrazione): 7ore
  • Procedure legali in caso di incidente e assicurazione; illecito amministrativo: 5 ore
  • Definizioni, costruzione e manutenzione delle strade, organizzazione della circolazione stradale e segnaletica stradale: 10 ore
  • Definizione dei veicoli, elementi strutturali dei veicoli e loro funzionamento: 25 ore
  • Disposizioni amministrative in materia di circolazione dei veicoli (destinazione ed uso dei veicoli, documenti di circolazione e di immatricolazione): 5 ore
  • Autotrasporto di persone e di cose - Elementi sull'uso del cronotachigrafo e sul rallentatore di velocità: 6 ore
  • Trasporto delle merci pericolose: 2 ore
  • Conducenti e titoli abilitativi alla guida: 7 ore
  • Norme di comportamento sulle strade: 20 ore
  • Illeciti amministrativi previsti dal codice della strada e relative sanzioni: 5 ore
  • Elementi di pedagogia e di tecnica delle comunicazioni: 15 ore
  • Stato psicofisico dei conducenti, tempo di reazione, alcool, ecc.: 10 ore
  • Elementi di primo soccorso: 5 ore
  • Elementi di fisica: 10 ore
  • Autoscuole: normativa, ruolo, inquadramento insegnante: 5 ore

Complesivo durata corso insegnante: 145 ore

Materie del corso di istruttore di scuola guida

Le materie del corso di istruttore di scuola guida sono le seguenti:

  • Definizione dei veicoli, elementi strutturali dei veicoli e loro funzionamento: 20 ore
  • Norme di comportamento sulle strade: 20 ore
  • Elementi di pedagogia e di tecnica delle comunicazioni: 10 ore
  • Stato psicofisico dei conducenti, tempo di reazione, alcool, ecc.: 5 ore
  • Elementi di primo soccorso: 5 ore
  • Elementi di fisica: 10 ore
  • Peculiarità della guida dei diversi tipi d veicoli. Utilizzo dei diversi dispositivi: 10 ore
  • Parte pratica Motociclo: 8 ore
  • Parte pratica Autovettura: 8 ore
  • Parte pratica Autocarro: 8 ore
  • Parte pratica Autotreno e autoarticolato: 8 ore
  • Parte Pratica autobus: 8 ore

Esami dei corsi

Gli esami da Insegnante ed Istruttore di scuola guida si svolgono presso la Provincia, ente preposto alla vigilanza delle autoscuole. Possono accedervi solo coloro che hanno frequentato il corso iniziale previsto per legge presso le strutture abilitate. L'esame prevede una prova iniziale a quiz, poi una parte teorica orale (per gli insegnanti ci sono anche dei temi da svolgere), ed infine, solo per gli istruttori una prova pratica sui mezzi che la commissione stabilisce, mirata a capire le doti dei candidati in merito alla formazione pratica degli allievi.

 

Documentazione dei corsi scuola guida

Scarica la guida: Corso insegnante e istruttore di scuola guidaCorso insegnante e istruttore di scuola guida

 

Se sei interessato ai corsi scuola guida contattaci

Se sei interessato ai corsi scuola guida, contattaci ai seguenti recapiti: 0437851354 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

banner epta fablab belluno 01

Innovazione digitale con #EptaDigitalFactory e #EptaMakersGarden

Epta e FabLab Belluno, una collaborazione che si rinnova, con due iniziative e un focus sui giovani e sull'innovazione digitale. Scopri di più sul bando di sviluppo #EPTADigital Factoy per la realizzazione di progetti che saranno presentati alla Maker Faire Rome -The Eu Edition: 4.0 , e sulla borsa di studio #EptaMakersGarden, per la realizzazione di eventi presso le scuole medie.

Se hai un'idea, ora puoi realizzarla

Se hai un'idea nel cassetto, ora Epta e FabLab Belluno ti aiutano a realizzarla. Vieni a conoscerci il 5 ottobre 2018 alla conferenza con ospiti d’eccezione del mondo digital, scoprirai anche i dettagli sui progetti.

Ti aspettiamo, previa iscrizione il

megafono 015 OTTOBRE 2018 

presso lo Showroom Epta in via degli Alpini 14, Limana

ISCRIVITI ALLA CONFERENZA

 

 

 

 

 

 

Un mondo di innovazione ora accessibile nei due progetti EPTADigital Factoy EptaMakersGarden 

digital factory 01#EPTADigital Factoy 

Partecipa con il tuo progetto, con EPTA ed il supporto del FABLAB BELLUNO potrai svilupparla! Ti verranno forniti i materiali necessari e l'affiancamento necessario, partecipa al bando permanente di sviluppo! 

I progetti migliori saranno presentati alla Maker Faire!
L'idea progettuale è e rimarrà tua, come previsto dal FABLAB Charte.

 epta digital factory fablab belluno 01 01

 

makers garden 01#EptaMakersGarden

Contatta la scuola media, definisci contenuti, data (entro 30 aprile 2019) e location del possibile evento, compila il modulo di iscrizione alla borsa di studio entro il 30 novembre 2018.

Selezione degli eventi da parte del comitato Epta + Fablab (entro 15 gennaio 2019) quando il comitato Epta + Fablab analizzerà le proposte pervenute e decreterà quali di queste confermare e realizzare.

 epta makers garden epta digital factory fablab belluno 01 01

 

SEGUICI SU FACEBOOK

banner 2 epta fablab belluno 01 01 01

Pagina 1 di 39

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Prev Next

Opportunità per disoccupati a Belluno

Opportunità per disoccupati a Belluno

Opportunità per disoccupati con il Progetto RIZOMI Il Progetto “RIZOMI: PRATICHE GENERATIVE PER IL LAVORO” è stato presentato sull’ avviso pubblico - approvato con Deliberazione della Giunta regionale del Veneto n. 985...

Assegno per il lavoro a Belluno

Assegno per il lavoro a Belluno

Centro Consorzi propone i corsi finanziati con l'assegno per il lavoro Non perdere l'occasione, il Centro Consorzi propone i corsi finanziati con l'assegno per il lavoro. Una vasta gamma di corsi di...

Bando assegnazione borsa di ricerca BL

Bando assegnazione borsa di ricerca BL

Avviso per l’assegnazione di numero 1 borsa di ricerca a Belluno PROT. N. 114 del 04/10/2018 | Avviso per l’assegnazione di numero 1 borsa di ricerca | Da parte di CISET-Centro Internazionale di...

Diventare insegnante e istruttore di scu…

Diventare insegnante e istruttore di scuola guida

Come diventare insegnante e istruttore di scuola guida Diventare insegnante e istruttore di scuola guida non è cosa semplice ma, cerchiamo di fare chiarezza. Nelle autoscuole le figure professionali sono due, ben...

Epta makers garden: innovazione digitale

Epta makers garden: innovazione digitale

Innovazione digitale con #EptaDigitalFactory e #EptaMakersGarden Epta e FabLab Belluno, una collaborazione che si rinnova, con due iniziative e un focus sui giovani e sull'innovazione digitale. Scopri di più sul bando di sviluppo...

News Social

News Convegni

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Prev Next

Agricoltura sociale

Agricoltura sociale

Agricoltura sociale con il Centro Consorzi L'agricoltura sociale, oltre a rappresentare un'importante occasione di diversificazione per l'azienda agricola,  offre la possibilità di fare agricoltura generando benefici per fasce particolari della popolazione:...

Rete Territorio e lavoro

Rete Territorio e lavoro

Il Progetto “R.T.L.: RETE TERRITORIO E LAVORO” è stato presentato sull’ avviso pubblico - approvato con Deliberazione della Giunta regionale del Veneto n. 1269 del 08/08/2017 - per la realizzazione...

Estate: opportunità di lavoro per DIPLOM…

Estate: opportunità di lavoro per DIPLOMATI

Presentazione esperienza estiva Progetto TALENT   Il Centro Consorzi di Belluno, Ente di formazione per le imprese, vuole proporti un’esperienza di formazione e stage per questa estate 2017. Un’opportunità per accedere al...

“OPERATORE SHIATSU PROFESSIONALE”

“OPERATORE SHIATSU PROFESSIONALE”

Shiatsu e Naturopatia Tradizionale Orientale OPEN DAY GRATUITI DI SHIATSU Due incontri gratuiti, aperti a tutti e non vincolanti, di presentazione del percorso formativo Operatore Shiatsu Professionale 2018/2019. Disciplina del benessere e professione...

Opportunità di lavoro per diplomati

Opportunità di lavoro per diplomati

Oggi avere un diploma è un'opportunità in più Siamo alla ricerca di 8 dipomati per portarli in stage retribuito dopo un persoro di formazione su lle tematiche di: domotica, elettromeccanica, fablab...