Il sito utilizza cookies propri e di terze parti. Utilizziamo i cookie per migliorare la navigazione sul sito.

La Regione Veneto finanzia Cultura Concept, realtà imprenditoriale Bellunese a servizio della cultura locale.

Cultura Concept è il Consorzio tutto bellunese dedicato alla cultura che è stato finanziato dalla Regione Veneto.

cultura concept belluno 01La Regione Veneto crede nella cultura e finanzia il progetto tutto bellunese presentato da tre aziende bellunesi specializzate nella formazione, comunicazione, stampe 3D e video maker: il Centro Consorzi, LARIN e FLIGHT TECH ITALIA. Da oggi le tre realtà si riuniranno in un consorzio e porranno le basi per permettere di fruire, anche attraverso contenuti multimediali della cultura locale Bellunese. Il finanziamento arriva attraverso il POR FESR 2014 – 2020 del Veneto – obiettivo - “investimenti a favore della crescita e dell’occupazione”, bando per l'erogazione di contributi alle nuove imprese culturali, creative e dello spettacolo.


Michele Talo
, direttore del Centro Consorzi: “La missione del Consorzio Cultura Concept è la promozione e la diffusione delle tecnologie digitali dell'informazione e della comunicazione, dalla creazione alla produzione, alla distribuzione e al consumo dei beni e dei servizi culturali. Nello sviluppo dei propri beni e servizi, il Consorzio avrà una particolare cura e attenzione per un target di “persone con esigenze specifiche”, in considerazione delle condizioni individuali, dell’età o di specifici momenti della vita, che possono limitare drasticamente la fruibilità o l’accessibilità ad un bene culturale, utilizzando i più avanzati device disponibili sul mercato in ambito museale e turistico”.

Alessandro Pellegrinon e Igor Barin – Flight Tech:”Il cuore dell’attività è rappresentato dall’edizione, elaborazione e pubblicazione on-line di dati/contenuti digitali, che attraverso le tecnologie avanzate vengono fruiti o utilizzati in modalità non convenzionale, rendendo accessibile a tutti la possibilità di godere della riproduzioni di beni culturali, di un paesaggio naturale (riprodotto tramite anche l’utilizzo di Droni), piuttosto che studiare o esaminare, riprodurre contesti e siti senza accedere direttamente nei luoghi interessati”.

Marco Da Rin Zanco, titolare azienda LARIN:In questi anni la collaborazione con diversi enti ci ha permesso di sfruttare il digitale per promuovere eccellenze culturali in tutta Italia. Un esempio è il progetto amuseapp (www.amuseapp.it), che significa musei più aperti e accessibili grazie al digitale. Attraverso la sinergia con il Centro Consorzi e a Cultura Concept puntiamo, già nel 2017, da un lato a favorire l’accesso al patrimonio culturale e turistico del nostro territorio, dall’altra a offrire nuove possibilità lavorative a giovani bellunesi che vogliano cogliere la sfida dell’incontro tra digitale e cultura”.

Il contesto d’applicazione della tecnologia digitale sui beni culturali promossa dal Consorzio Cultura Concept riguarda sia i luoghi di conservazione pubblici del patrimonio culturale (musei ed aree archeologiche) sia i territori all’aperto (montagna e collina) custodi spesso di ricchi bacini eco-culturali (terrazzamenti, manufatti della Grande Guerra, castelli, etc.), di difficile accessibilità per individui affetti da disabilità (motoria, visiva, uditiva). Per ognuno di questi contesti, i servizi del Consorzio propongono strategie e strumenti di indagine al fine di ottenere dei precisi modelli tridimensionali da proporre in chiave turistica e sociale per una maggior fruizione del bene culturale ad un target di visitatori molto spesso escluso o sottovalutato. Le opportunità:

  1. agevolare le persone non vedenti nella fruizione e per garantire accessibilità;
  2. creazione di una galleria di modelli 3d dei maggiori manufatti conservati all’interno dell’istituto, ottenuta con scansioni tridimensionali degli oggetti e successivamente caricati in un sito specifico del museo visualizzabile anche su smartphone/tablet oppure in schermi touch-screen nel percorso museale;
  3. rappresentazione digitale di un monumento, manufatto o un intero paesaggio da ammirare, magari difficile da raggiungere o impraticabile per i soggetti affetti soprattutto da disabilità motoria. Su questo ambito il Consorzio intende operare attraverso rilievi che vengono effettuati con sistemi tele-osservativi dall’alto mediante i droni, su paesaggi, siti e monumenti su larga scala con scansioni fotografiche precise e realistiche sia bidimensionali sia in 3D.

Ancora una volta il Centro Consorzi decide di investire nel territorio assieme ad altre due eccellenze tecnologiche in un progetto che sarà in grado di aggiornare la fruibilità del nostro territorio. La Regione Veneto, in un momento storico in cui soprattutto ciò che è cultura risente della riduzione delle risorse a disposizione, vuole invece invertire questa tendenza sposando il progetto (unico vincitore per la Provincia di Belluno) e finanziandolo.

Ulteriori Informazioni

Scarica la cartella stampa

OPPORTUNITA’ PER ADULTI - QUALIFICA OPERATORE DEL LEGNO – ultimi 3 posti

SCUOLA ADULTI 3 POSTI LOCANDINAComunicato Stampa del 9 gennaio 2017 - Il Centro Consorzi di Sedico (BL) dopo la brillante esperienza di due anni fa, è capofila per la Regione Veneto del progetto quadro nel settore del legno. Un progetto totalmente innovativo in quanto coinvolge un’utenza adulta, non in obbligo scolastico oltre a consegnare una reale opportunità di crescita in termini di competenze e abilità. A fine percorso il progetto riconosce una qualifica professionale subito spendibile nel mercato del lavoro di tutta Europa. Il corso è approvato e finanziato dalla Regione Veneto(DGR 1048/16 - cod. 152/1/1048/2016).

ULTIMI POSTI A DISPOSIZIONE: ancora 3 posti disponibili per allievi adulti con le seguenti caratteristiche:

A. Persone maggiorenni, in possesso della licenza di scuola secondaria di primo grado (licenza media), o diploma o prive di titolo di studio oppure con qualsiasi titolo la cui spendibilità risulti indebolita;
B. Persone inoccupate/disoccupate che sono alla ricerca di un lavoro;
C. Persone occupate che vogliono acquisire una qualifica nel settore.

QUALE QUALIFICA VIENE RILASCIATA: Il corso prevede 800 ore di formazione suddivise in ore d’aula e di laboratorio con un calendario in orario serale. Al termine del percorso viene rilasciata la qualifica di operatore del legno valevole in tutta la Comunità Europea.

 

CHE COSTI HA IL CORSO: nessun costo per i disoccupati mentre per gli occupati l’iscrizione costa 500 euro.

QUALI SONO I VANTAGGI: il corso permette di apprendere tutte le tecniche per la progettazione, produzione e assemblaggio di manufatti lignei come: elementi di arredo, serramenti, prodotti di carpenteria, pezzi singoli o in serie. Un laboratorio attrezzato anche con un centro di lavoro CNC (macchina a controllo numerico). Una reale opportunità anche per reinserirsi nel mercato del lavoro con competenze all’avanguardia.

COME CANDIDARSI: le candidature vanno presentate entro il 16 gennaio 2017 presso la scuola del legno del Centro Consorzi di Sedico. Per maggiori informazioni ci si può rivolgere alla segreteria della scuola del legno tramite tel. 0437/851356-20-11 oppure inviare un'email all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

AVVIO DELLE LEZIONI: mercoledì 1 febbraio 2017presso la sede del Centro Consorzi a Sedico Z.I. Gresal, 5/e.

topbanner

Il Centro Consorzi propone la rassegna di eventi dedicati alle imprese. E20 è la ricca lista di opportunità per le imprese che intendono aggiornarsi sulle tematiche della sicurezza, connettività e CIRCE. Scopri il programma e Iscriviti agli eventi.

 

sicurezzaObiettivo del seminario: fornire ai datori di lavoro, RSPP e lavoratori le informazioni utili per meglio capire e individuare i rischi provenienti dai Campi elettromagnetici CEM e Radiazioni ottiche artificiali ROA. Tematiche affrontate: Le disposizioni sui CEM riguardano la protezione dai rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori DOVUTI AGLI EFFETTI NOCIVI A BREVE TERMINE conosciuti nel corpo umano derivanti dalla circolazione di correnti indotte e dall'assorbimento di energia, e da correnti di contatto. Le disposizioni sulle ROA riguardano i rischi per la salute e la sicurezza con particolare riguardo ai rischi dovuti agli EFFETTI NOCIVI SUGLI OCCHI E SULLA CUTE.

Le domande che andremmo a porre ai nostri relatori: QUALI I RISCHI PER LA SALUTE E LA SICUREZZA CAUSATI DAI CAMPI ELETTROMAGNETICI E ROA | DOVE SONO PRESENTI QUESTI RISCHI, COME VALUTARE IL RISCHIO, ATTREZZATURE E SITUAZIONI CHE NON RICHIEDONO MISURAZIONI, ATTREZZATURE E SITUAZIONI CHE RICHIEDONO MISURAZIONI.

Relatori:  Dott.ssa Daniela Marcolina - d irettore SPISAL ULSS N. 1 Belluno | Perito Industriale Elio Dal Mas - esperto del settore - un evento in collaborazione con CATA ambiente e sicurezza sul lavoro.

scopriprogramma 01

 

 

iscriviti 01

 

____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

montagna 01

Sapevi che: "Internet è uno strumento fondamentale per assicurare competitività e questo vale a maggior ragione in un territorio montano come il nostro, caratterizzato dalla forte diffusione delle PMI, dall'importanza della componente turistica ma anche del patrimonio rappresentato dai liberi professionisti. Un territorio abitato in modo molto frammentato che per poter 'correre' con la velocità della Pianura o delle Regioni limitrofe, ha bisogno di investire in connettività.

ProgrammaOre 18.00 Registrazione partecipanti | Ore 18.30 Saluti e introduzione all’incontro | Ore 18.45 Centro Consorzi: Le nuove opportunità per la montagna in tema di connettività | Ore 19.00 Apertura dibattito.

 

scopriprogramma 01

 

 iscriviti 01

____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

circe 01

Seminario con interventi di formazione della Regione del Veneto - Direzione Ricerca Innovazione ed Energia, Provincia di Belluno e Servizio pianificazione e gestione energetica provinciale. Un incontro gratuito aperto a tutti gli operatori del settore.

Programma: 

Ore 17.00 Registrazione partecipanti | Franco Storer Presidente Regionale Casa Artigiani |Antonio D’Ambros Presidente Rete Imprese Dolomiti | Guerrino ArgentaReferente Provinciale Impiantisti

Ore 18.00 Alberto Brunetti: Catasto Regionale degli impianti termici CIRCE

Ore 19.00 Luigino TonusControlli e accertamenti dell’Ente di Controllo - Provincia di BellunoModeratore: Franco De Col - Centro Consorzi

scopriprogramma 01

 

 iscriviti 01

____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

 

Ulteriori Informazioni E20

Scarica la locandina

 

footer 01

logo rete imprese dolomitiIl Centro Consorzi presenta la nuova associazione

RETE IMPRESE DOLOMITI

 

 

 

Le cinque principali confederazioni italiane dell’artigianato e del commercio (Confartigianato, Casartigiani, CNA, Confersercenti, Confcommercio) hanno già stabilito che la rappresentanza politica delle piccole medie imprese si delinea in una struttura condivisa tra le stesse (rete Imprese Italia). Non a caso Rete imprese Dolomiti.

 

Il 1 ottobre 2016 presso la Sala Manzoni di Villa Patt di Sedico è stata presentata la nuova Associazione Rete Imprese Dolomiti in quanto aderente a Casartigiani, una delle 5 confederazioni nazionali firmatarie del manifesto di Rete imprese Italia. Rete Imprese Dolomiti ne sposa in pieno la sostanza in particolare preme evidenziare il punto in cui accennando alle imprese le si definisce “aperte alla contaminazione tra la produzione e il mondo dei servizi, dell’artigianato, del commercio, delle reti, del turismo. Agiscono in rete, si uniscono per competere, fanno squadra. Significano modernità e sistema-Paese”.

Rete Imprese Dolomiti è una associazione tra imprenditori nata a Belluno la cui costituzione potrebbe venir considerata accidentale. L'accidentalità nasce dal fatto che la sua costituzione è scaturita dalla frattura nata con Confartigianato Belluno che ha immediatamente posto in essere la questione in merito alla rappresentatività necessaria nei tavoli operativi. Rete imprese Dolomiti si è così costituita e si è affiliata a Casartigiani.

Presentazione Rete Imprese Dolomiti

L’obiettivo principale di lavoro si basa sul proporre l’integrazione di una rete di servizi da sviluppare anche con la collaborazione di più professionisti esistenti e radicati nel territorio bellunese (sia per tematiche che per aree), cercando di salvaguardare assieme le peculiarità di ognuno in sinergia con “Centro Consorzi”, ente concentrato in particolare nello sviluppo di reti, della formazione e della sicurezza.

Questo richiamo al far squadra è già stato declinato nella formulazione del logo dell’Associazione in cui i colori scelti simboleggiano il richiamo territoriale attiene a patrimonio natura: grigio delle montagne, verde dei prati e boschi, azzurro, blu dei laghi e del cielo. I tre simboli geometrici cerchio, quadrato e triangolo simboleggiano le diverse tipologie e dimensioni aziendali e vengono attratti dalla sfera centrale tramite l’idea della rete.

Rete imprese Dolomiti può, di volta in volta, proporsi alle imprese nella sua veste alternativa ma anche integrativa rispetto alle altre associazioni con le quali ha facoltà di (e intende) porre in essere un fitto rapporto di collaborazioni e convenzioni. In questo caso Rete Imprese Dolomiti vuole proporsi come alternativa intersettoriale rispetto alla interprovincialità che nei nuclei principali, l’ultimo è il caso della Camera di Commercio, sta progressivamente depauperando il territorio della sua autonomia propositiva.

Le imprese sono e debbono rimanere le protagoniste della propria crescita, a questo dobbiamo dare voce e sostanza e questo può avvenire maggiormente affrontando assieme le problematiche che esse incontrano. La nuova proposta è concentrata in 3 punti fondamentali che possiamo sintetizzare in vicinanza alle imprese nel territorio, individuazione delle necessità di servizi, intersettorialità di filiera progettuali.


Ulteriori Informazioni

Statuto Rete Imprese Dolomiti

Comunicato Stampa

Fotogallery

Image

Restauro dell'Obelisco

Il progetto nasce dalla collaborazione tra il corso “TECNICO DEL RESTAURO DI BENI CULTURALI” promosso dal Centro Consorzi di Sedico, l’amministrazione pubblica del Comune di Feltre e l’associazione il Fondaco per Feltre, in qualità di sponsor dell’iniziativa.

In occasione della ricorrenza, nel 2016, del venticinquesimo anno della sua nascita, l’associazione ha proposto il recupero dell’ormai illeggibile obelisco, situato in piazzetta delle Biade a Feltre, e parte della balaustra adiacente che la delimita. I lavori, iniziati in occasione della Mostra dell’Artigianato e conclusi ad agosto, hanno visto impegnate le allieve sotto la supervisione del restauratore Antonio Da Ronch e della collaboratrice Marta Mussoi.

Lo scopo dell’intervento è stato quello di effettuare la pulitura e il consolidamento del materiale lapideo del manufatto che nel corso dei secoli aveva subito le ingiurie del tempo. L’ impegno profuso dalle studentesse è stato pienamente ripagato dal risultato ottenuto. Ora il caratteristico centro storico di Feltre può vantare il recupero del seicentesco monumento dedicato al Rettore Girolamo Corner.

Per rimanere sempre aggiornati su tutte le attività del Centro Consorzi:

Iscriviti alla Newsletter!

 

 

Pagina 5 di 37

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Prev Next

Gelaterie amiche della bicicletta

Gelaterie amiche della bicicletta

Una rete di gelaterie amiche della bicicletta dalle Dolomiti al litorale veneto. E’ questa la proposta discussa a Longarone, durante la MIG, nel corso di un incontro con alcuni titolari di...

La scuola di restauro

La scuola di restauro

Tecnico del restauro dei beni culturali Viene avviato il 6 dicembre 2017 a Sedico (BL) il corso per ottenere la qualifica di Tecnico del restauro dei beni culturali.   Chi è il Tecnico...

I possibili effetti dei referendum per l…

I possibili effetti dei referendum per l’economia e per le imprese

Il convegno per chiarirsi le idee: I possibili effetti dei referendum per l'economia e per le imprese Bellunesi. Il Centro Consorzi assieme a Rete Imprese Dolomiti , l'Associazione di categoria aderente...

Per laureati e diplomati il corso per di…

Per laureati e diplomati il corso per diventare Artigiano Digitale

Diventa artigiano digitale se hai un diploma o laurea Da domani potrai diventare un Artigiano digitale, con il corso in partenza del Centro Consorzi:"Professione Makers: gli artigiani 4.0". Riservato a chi...

DOLOMITI: un ecosistema di business per …

DOLOMITI: un ecosistema di business per la montagna

Diamo futuro all'economia Montana Venerdì 4 AGOSTO 2017dalle ore 15.00 alle ore 19.00 presso Centro Consorzi di Sedico (BL) - Z.I. Gresal 5/e   Cosa imparerai al seminario - Dolomiti un ecosistema di...

News Social

News Convegni

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Prev Next

Rete Territorio e lavoro

Rete Territorio e lavoro

Il Progetto “R.T.L.: RETE TERRITORIO E LAVORO” è stato presentato sull’ avviso pubblico - approvato con Deliberazione della Giunta regionale del Veneto n. 1269 del 08/08/2017 - per la realizzazione...

Estate: opportunità di lavoro per DIPLOM…

Estate: opportunità di lavoro per DIPLOMATI

Presentazione esperienza estiva Progetto TALENT   Il Centro Consorzi di Belluno, Ente di formazione per le imprese, vuole proporti un’esperienza di formazione e stage per questa estate 2017. Un’opportunità per accedere al...

“OPERATORE SHIATSU PROFESSIONALE”

“OPERATORE SHIATSU PROFESSIONALE”

hanno il piacere di invitarVi all’appuntamento gratuito di presentazione del percorso formativo per “OPERATORE SHIATSU PROFESSIONALE”   SABATO 06 MAGGIO 2017 ore 9.30 (fino alle 12.00) presso CENTRO CONSORZI in Zona Industriale Gresal 5/D...

Opportunità di lavoro per diplomati

Opportunità di lavoro per diplomati

Oggi avere un diploma è un'opportunità in più Siamo alla ricerca di 8 dipomati per portarli in stage retribuito dopo un persoro di formazione su lle tematiche di: domotica, elettromeccanica, fablab...

L’UOMO E IL LEGNO: UN MATERIALE VERSATIL…

L’UOMO E IL LEGNO: UN MATERIALE VERSATILE E ANTICO

Tavola Rotonda: tecnici, operatori del legno, professionisti PROGRAMMA 9.00 - 13.00IL BOSCO E L’UOMO: ARCHITETTURA, ARREDAMENTI, ARTIGIANATO.Parlano le aziende:idee-esperienze-ricerca innovazione-design.Animatore:dott. Caviola Ivano 13.00 - 14.00 BUFFET 14.00 - 18.00 IL LEGNO NELLA VITA DI TUTTI I GIORNI.Casa -...